"Umaan", il disco d'esordio dell'omonimo quartetto piemontese


21/03/2017 - News di Libellula Music

“Umaan” e' il disco d’esordio dell’omonimo quartetto piemontese composto da Marco “Ciuski” Barberis (Ustmamo?, Mau Mau, Cristina Dona', Sushi, Feel Good Productions), Sandro Corino (Julie Rave, Mico'), Valerio Longo (Julie Rave, Mico'), e Diego Mariia (Julie Rave, 100 Motels), uscito il 3 marzo 2017 e prodotto da Riccardo Parravicini (Niccolo' Fabi, Max Gazze', Marlene Kuntz, Il Teatro degli Orrori ecc.) con la collaborazione di Davide Arneodo (sound design e programmazioni).

Undici brani caratterizzati da sonorita' avvolgenti ed algide, per un viaggio che parte idealmente dai Depeche Mode per arrivare a Moderat e Nicolas Jaar, senza dimenticare la forma canzone. Synth analogici e ritmi incalzanti, quasi dance in alcuni tratti, che descrivono un paesaggio onirico dove i testi in italiano raccontano cinematograficamente emozioni e attimi, alternando efficacemente poesia e quotidianita'. E' forse questo il messaggio piu' evidente di questa musica ricca nella ricerca eppure immediata e viscerale nella sostanza: vivere in pienezza ogni momento, per cio' che e', come lo si vede e soprattutto come lo si sente, per svelare all'ascoltatore il lato piu' Umaan della vita.


"Questo album e' stato pensato di notte, e ci immaginiamo debba essere ascoltato al buio, ad alto volume, guidando su una strada libera – raccontano gli Umaan -. Il tema conduttore che attraversa il disco, parte dal chiedersi dove prendiamo la forza per superare gli ostacoli, per vincere le difficolta' che ci affliggono, per guardare con uno spirito positivo al futuro che ci attende. La risposta per noi risiede la' dove la ragione si abbandona ai nostri sensi, alla nostra capacita' di sentire. La nostra umanita' e' la Spada di Damocle con cui dobbiamo fare i conti, ma anche la nostra sola e unica ancora di salvezza. Abbandonare l'idea di governare il mondo, per essere parte del mondo stesso. Tornare umani, Umaan appunto, per essere autosufficienti. Dopo l’esperienza che ci ha visto uniti nei Julie Rave negli anni passati, questo disco rappresenta un nuovo inizio, che se non taglia completamente i ponti con il passato a livello concettuale, certamente lo fa a livello di approccio alle canzoni.”

 

Cresciuto nel nord-ovest del paese da solida amicizia e lunga militanza nell'indie pop-rock italiano, Umaan e' il nuovo progetto indie-electro di Marco “Ciuski” Barberis (Ustmamo', Mau Mau, Cristina Dona?, Sushi, Feel Good Productions), Sandro Corino (Julierave, Mico'), Valerio Longo (Julierave, Mico'), e Diego Mariia (Julierave, 100 Motels). "Questo album e? stato pensato di notte. Ascoltalo al buio, ad alto volume, guidando su una strada libera", cosi? la band presenta l'ultimo lavoro, un viaggio attraverso sonorita' elettroniche e melodie intense. Synth analogici e ritmi incalzanti, quasi dance in alcuni tratti, che descrivono un paesaggio onirico dove i testi in italiano raccontano cinematograficamente emozioni e attimi, alternando efficacemente poesia e quotidianita'. E' forse questo il messaggio piu' evidente di questa musica ricca nella ricerca eppure immediata e viscerale nella sostanza: vivere in pienezza ogni momento, per cio' che e', come lo si vede e soprattutto come lo si sente, per svelare all'ascoltatore il lato piu' Umaan della vita. L'album omonimo Umaan e' uscito il 3 marzo 2017, con la produzione artistica di Riccardo Parravicini in collaborazione con Davide Arneodo (sound design e programming).

Sul web: www.facebook.com/UMAAN-music-1069186186463489