Intervista a Monia Angeli, direttrice artitica del BIM Music Network

Intervista a Monia Angeli, direttrice artitica del BIM Music Network


20/03/2017 - News di HF4 Communication

Il BIM Music Network è un'occasione unica ed imperdibile per gli artisti emergenti di ogni età. Abbiamo incontrato Monia Angeli, la direttrice artistica del contest, che ci ha spiegato perchè tutti gli appassionati di musica dovrebbero partecipare.

Internet ha cambiato la scena musicale, cosa significa oggi per un cantante emergente lavorare sul web?

La rete offre la possibilità di farsi conoscere da un pubblico vastissimo! Un pubblico che prima veniva costruito col contatto, girando, facendo concerti. La rete offre la possibilità di farsi conoscere ed ascoltare più velocemente. Ma questo non è  solo un bene, perché  la velocità può essere sinonimo di poca attenzione e un pubblico vasto non necessariamente significa persone che vogliano ascoltarti. La rete e la visibilità vanno quindi  gestite bene, occorrono portali, come quello del Bim Music Network www.bimmusic.it ,  che rimanendo su numeri eccezionali possano selezionare questo pubblico, facendo ascoltare gli artisti a gente del settore, creando concrete occasioni e soprattutto non trascurando il live! Infatti il Bim Music procede su entrambe le strade: selezioni live e percorso sul portale. Diversamente da altri contest, nel caso l’artista non passasse le selezioni live, sarebbe sempre in gara attraverso il portale, perché per noi il pubblico del web è importante!

Il BIM Music Network solo nel 2016 ha avuto 3 milioni di visite e click sul sito: 3 milioni di visualizzazioni dedicati alla musica emergente e che hanno portato all’attenzione dei media tanti artisti che si sono iscritti. Quali sono i risultati ottenuti? Quali sono gli artisti che più hanno giovato di tutta questa visibilità?

Per noi i migliori risultati ottenuti sono i contatti lavorativi arrivati indipendentemente dal punteggio raggiunto. Infatti ogni artista che partecipa al contest ha una pagina web a se dedicata sul portale www.bimmusic.it, con foto, bio musicale, contatti, sito web e link e tutto quello che per l’artista sarà utile inserire. La pagina dell’artista sul portale rimarrà anche dopo il contest.. quindi il Bim  Music continuerà ad essere anche negli anni successivi una splendida finestra di visibilità! Vogliamo ricordare alcuni degli artisti passati dal Bim Music e ancora sul portale Lo Strego attualmente ad AMICI, Giorgia Verona in RAI a Standing Ovation, le Testharde arrivate su MTV e al Mei, Denis Celli, ascoltato sul portale e chiamato per una pubblicità e così via.. Penso che gli artisti che abbiano più giovato di questa visibilità siano i partecipanti della categoria inediti ovviamente… perché al giorno d’oggi per chi vuol far ascoltare la propria musica è davvero difficile; il Bim Music offre 3 milioni di visualizzazioni con al sola iscrizione.. difficili da raggiungere attraverso concerti, sponsorizzate o costi di ufficio stampa per i ragazzi, ma è proprio questo che occorre agli artisti emergenti!

Proprio visibilità sembra essere una delle vostre parole chiave: perché è così importante?

Perché per entrare nelle macchine della gente, nei cuori delle persone, per diventare la colonna sonora di un momento speciale della vita di qualcuno , per prima cosa occorre essere conosciuti. Io sono una musicista e penso che come me tutti gli artisti che hanno un brano nel cassetto vorrebbero che fosse sentito da più gente possibile, vorrebbero che divenisse un valore aggiunto nella vita e nel cuore di qualcuno, vorrebbero che le persone sentendolo si emozionassero.. per questo per prima cosa occorre che le quella canzone sia ascoltata dal pubblico più vasto possibile.

Non solo visibilità, il BIM Music Network è anche formazione: in che cosa consistono i campus? Perché scegliere di offrirli gratuitamente?

Spesso parliamo di #MondoBimMusic: perché non solo c’è il web contest con premi importanti, non solo la pagina web da 3 milioni di visualizzazioni, ma seguiamo i ragazzi vincitori e non anche in seguito dando loro opportunità e occasioni e puntando molto sulla crescita professionale e sulla formazione. Gli artisti infatti passeranno un intero pomeriggio con Mogol,  ma soprattutto potranno partecipare al Campus della Bim Music Academy  che di solito rimane un ricordo indelebile nel cuore degli artisti, perché per una settimana vivono di musica, di insegnanti di fama nazionale ed internazionale, di scambi, di contatti, di mare, sole e condivisione musicale. Coniugano momenti di formazione a momenti in cui stabilire contatti, confrontarsi e condividere emozioni.

Il Campus Bim Music Academy è una full immertion nel mondo della musica, della voce, dei generi musicali,  ma anche della discografia, della produzione. Vi accedono i 40 artisti idonei del live e del web che all’interno del campus fra l’altro affronteranno le semifinali nazionali, ma potranno parteciparvi anche gli esterni (ovviamente non gratuitamente e non potendo partecipare  alle semifinali).

Il Campus si tiene dal 27  giugno a domenica 2 luglio, quindi la più bella settimana dell’estate in riviera! Sarà a Bellaria Igea Marina, in una settimana piena si eventi in occasione dell’arrivo della notte rosa, sul mare! Per questo verrà lasciata una mattina ed un pomeriggio libero per godersi le spiagge e la vita della città. Alla fine del Campus verrà rilasciato l’attestato di partecipazione che avrà valore indipendentemente dal contest.

I docenti del campus sono esperti del proprio settore a livello nazionale ed internazionale. Le svelo il primo nome: dott. Franco Fussi, anche quest’anno a Sanremo per curare le corde vocali dei cantanti,  Responsabile scientifico del corso di Alta Formazione in Vocologia Artistica dell'Università di Bologna. Consulente foniatra del Teatro Comunale di Bologna, delle Accademie d’Arte Lirica di Osimo, Martina Franca e dell'Accademia Rossiniana di Pesaro, della Scuola dell'Opera Italiana del Comunale di Bologna. Insomma è il foniatra di tanti VIP, da Laura Pausini che spesso e volentieri lo ha citato a tanti altri, ma soprattutto è un docente straordinario che con semplicità sa dare indicazioni pratiche per la buona cura della propria voce.

Gli artisti ritenuti idonei accederanno al campus formativo e la loro spesa sarà solo l’alloggio , non è stato facile in una settimana estiva in riviera riuscire ad ottenere delle convezioni per gli artisti, ma grazie alla produzione del Bim Music, Bim Imprese –Confcommercio Bellaria Igea Marina, ci siamo riusciti!

Tutti i finalisti del BIM Music Network incontrano Mogol personalmente in un pomeriggio di masterclass: quali sono i consigli del maestro? E come è nata la collaborazione con il BIM Music Network?

Il finalisti usciti dal Campus si esibiranno il 19 di luglio con la grande orchestra dal vivo davanti ad una giuria di qualità fatta da produttori, discografici, giornalisti, grandi ospiti, ma soprattutto davanti a lui, Mogol, il più grande autore della musica italiana. Nel pomeriggio  terrà una masterclass gratuita non solo per i finalisti, ma per tutti i partecipanti del Bim Music, masterclass da sempre carica di consigli e di grandi verità musicali.

Dal primo anno in cui Mogol è stato al Bim Music ha lasciato nei ragazzi qualcosa in più. Mogol ha voluto conoscere gli artisti, il loro percorso, ha risposto alle loro domande, ad ogni esibizione corrispondeva un commento volto alla crescita dell’artista. La cosa che più ci ha colpito di lui è la dedizione, l’amore puro verso la musica; lui che ha fatto la storia della musica italiana lo abbiamo visto attento, lo abbiamo visto emozionarsi ascoltando i ragazzi, lo abbiamo visto col desiderio di dare consigli, di mettere il suo straordinario talento e la sua straordinaria storia al servizio degli artisti emergenti.