"Dove nascono le balene", il nuovo disco del Circolo Lehmann


13/05/2016 - News di Libellula Music

 

Esce a maggio 2016 per Libellula/Audioglobe “Dove nascono le balene”, l’esordio sulla lunga distanza del Circolo Lehmann, formazione piemontese nata come esperimento letterario-musicale ispirato dal libro “Il signor Lehmann” scritto dal tedesco Sven Regener. Dodici tracce in cui si incontrano rock-psichedelico, contaminazioni folk e cantautorato, in un’atmosfera di mistero sospeso tra sogno e realta.

 

Ascolta il disco su Spotify -> https://open.spotify.com/album/6fKAo8ZjUjMQPsehppDRQB

 

“Dove nascono le balene” (Libellula/Audioglobe) e' l’esordio discografico del Circolo Lehmann, formazione composta da Ghego Zola (voce, chitarre, ukulele, armonica, piano, tastiere, programmazioni e percussioni), Pax Caterisano (batteria, percussioni, programmazioni), Lorenzo Serra (basso elettrico, chitarre, tastiere, programmazioni, sax tenore), Umberto Serra (tastiere e tromba), e lo scrittore Marco Magnone, che li ha accompagnati con le sue ‘storie e controstorie’ i cui testi alimentano alcuni dei brani. Il disco mantiene dall’inizio alla fine un’atmosfera sospeso tra sogno e realta, che si svela attraverso un linguaggio musicale eterogeneo anche se fortemente ancorato alla canzone folk d’autore e a sonorita? psichedeliche con influenze post rock. Il linguaggio epifanico gioca con l’arricciarsi di chitarre, ancestrali e ipnotici echi accompagnano melodie allo stesso tempo malinconiche e serene: dallo schiudersi delle gemme con la prima rugiada del giorno inquieto, alla serica contemplazione notturna di cio' che gli eventi hanno lasciato lungo la strada. Le liriche fondono una componente immaginifica/espressionista (“Balene”, “Marlene”, “Nero a Capo”, “Niente di Nuovo”) con una lirica a tratti ermetica (“Danza”) e altre volte narrativa (“La Casa al Mare”, “Maree”). All’interno del cosmo musicale del Circolo Lehmann i colori cambiano continuamente: “Marlene“ apre il disco con una sezione di fiati e note jazzate in sottofondo per poi sfociare in un riff di chitarra ipnotico sostenuto da una base ritmica elettronica. “La festa” e? caratterizzata da un beat anni ’80, mentre “Niente di Nuovo” e “La Casa al Mare” si appoggiano su cori e note di archi sognanti, atmosfere mediterranee e da big-band. “La nostra Guerra” e “Nero a Capo” sono due pezzi rock che sfociano in improvvisazioni con chitarre che urlano e synth fastidiosi, “Danza” e “Cosa ci siamo persi” sono canzoni delicate e intimiste, mentre su “Maree” i fiati e il piano fanno da cornice ad un racconto cantautorale.

 

“Quando abbiamo pensato al titolo di questo nostro primo album eravamo d'accordo che si sarebbe dovuto chiamare ‘Dove nascono le Balene’ – racconta Ghego Zola, voce e chitarrista della band -. Questo non e' solo il titolo di una delle canzoni ma esprime in senso piu largo tutto quello che abbiamo cercato di rappresentare musicalmente e liricamente. Dove nascono le Balene esprime il senso di mistero che non sveli ma riesci solo a fotografare, a toccare per alcuni istanti. Attorno a questa canzone danzano tutte le altre come episodi esistenziali fatti di dubbi, paure, nostalgie, disillusioni e speranze”.

 

BIOGRAFIA

Il Circolo Lehmann e' una indie-folk-psychedic band composta dai musicisti Ghego Zola, Lorenzo Serra, Pax Caterisano, Umberto Serra e lo scrittore Marco Magnone. Il progetto nasce nel 2011 come progetto letterario-musicale da un’idea di Ghego Zola (chitarre , tastiere, voce) e lo scrittore Marco Magnone (“Berlin”, “Off”, “In viaggio nelle citta? fantasma del nordovest”, “L’altra Torino”) durante un viaggio in Anatolia. Il nome rende omaggio a “Il signor Lehmann”, libro cult del 2001 del tedesco Sven Regener, leader della band Element of Crime, che racconta la paradossale epopea della Kreuzberg di fine anni Ottanta. Il suo sguardo surreale, ancora attualissimo a ogni latitudine, ha ispirato il mood della band. Tra il 2011 e 2012 il duo e' impegnato in un numerosi reading per la promozione dei libri “Avrupalillar” e “Off”: si tratta di spettacoli che alternano poesia, canzone d’autore e improvvisazioni acustiche e psichedeliche. Nel 2013 nasce ufficialmente il Circolo Lehmann, con l’entrata in pianta stabile nel progetto di Lorenzo Serra (basso, chitarre, sax, tastiere e cori) e Pax Caterisano (batteria) entrambi ex Madam (Marco Notari). Il Circolo Lehmann diventa una vera e propria band, che abbandona la dimensione acustica intimista tipica delle esibizioni precedenti a favore di un vero e proprio spettacolo rock fatto di scambi di poesia e improvvisazioni musicali dilatate. Nel 2013 i Lehmann compongono la colonna sonora dell’ e-book “Bim Bum Berlin“ (Zandegu novembre 2013). Nel 2015 il terzetto inizia a lavorare ad un nucleo di canzoni che ambientano sonorita folk e liriche d’autore in una dimensione rock psichedelica/elettronica. La formazione si allarga con l’ingresso in formazione di Umberto Serra (tastiere, tromba). Nel maggio del 2016 esce per Libellula/Audioglobe e con la coproduzione di Andrea Bergesio (gia? al lavoro tra i tanti con Mambassa, Marco Notari) il primo album della band dal titolo “Dove nascono le Balene”.

 

CIRCOLO LEHMANN su FACEBOOK: facebook.com/CircoloLehmann