Flavio Giurato

Flavio Giurato

Rock , Alternativo, imprevedibile

Info

Scrivere di Flavio Giurato non è per niente semplice , la sua musica è alquanto articolata con arrangiamenti che vanno dal melodico, al rock , al jazz: “suoni con parole”. Per questo è difficile ingabbiare Giurato nella qualifica di “cantautore”. Cantautore lo è sicuramente dal momento che scrive parole e musica delle sue canzoni , ma sicuramente è un cantautore atipico , diverso, non collocabile in nessuna delle scuole “cantautorali” italiane .
Fin dal suo esordio discografico, intitolato Per Futili Motivi , Flavio Giurato si ritaglia uno spazio nel panorama della musica d’autore: un album concept dedicato all’epoca fascista con durezza e nel contempo leggerezza poetica.
Seguono per la CGD due dischi storici: Il Tuffatore e Marco Polo , album che consacrano Giurato raffinato scrittore di liriche, facendosi apprezzare subito da un nutrito gruppo di persone dall’orecchio sensibile , che mai l’hanno dimenticato negli anni, conquistando con il passaparola una schiera sempre più vasta di fedelissimi . Il Tuffatore e Marco Polo diventano dischi di culto che girano nel mercato del collezionismo a cifre da capogiro, tanto da spingere la casa discografica a ristamparli in compact disc. Due dischi che possono essere ascoltati per anni senza stancare anzi scoprendo ad ogni ascolto nuove sfumature di suono e poesia negli interstizi.
Dicevo che Flavio Giurato è cantautore atipico, è lo è non solo per la sua musica ma anche per il suo modo di darsi artisticamente . Infatti non compare in video dai tempi di Mister Fantasy , programma musicale di rottura condotto dal bravissimo Carlo Massarini . Continua a scrivere splendide canzoni ma rifiuta tutti i compromessi del mercato propostigli da varie case discografiche , compresi i passaggi televisivi negli show serali delle reti pubbliche e private .

Chiudi
Continua a leggere...

Articoli e Recensioni