• Home
  • /
  • Cinema
  • /
  • Ray Donovan (showtime)
  • /
  • Ray Donovan - stagione 2
Ray Donovan (showtime)

Ray Donovan - stagione 2

Ray Donovan (showtime)


2014 » SERIE | Drammatico | Azione



11/10/2017 di Claudio Mariani
Avevamo lasciato la prima stagione con un’ottima impressione in parte smorzata da alcune storie un po’ “forzate”, tuttavia curiosi nel capire quale sarebbe stato l’evolversi della a dir poco complicata vita di Ray Donovan. Ecco, diciamo che la vita del protagonista nella seconda stagione passa dal complicato all’ingarbugliato, sfiorando a tratti il catastrofico.

Questa seconda stagione è una vera sorpresa, non solo conferma le ottime impressioni, ma le migliora in modo esponenziale: l’intreccio delle storie, i personaggi complementari, l’incredibile susseguirsi di eventi, ne fanno una delle più belle degli ultimi anni. Per l’intensità dei risvolti e per la drammaticità degli stessi, a volte sembra di trovarsi di fronte a delle vicende di un dramma teatrale calibrato benissimo.

Se da una parte il ruolo di Voight (il padre) diventa un po’ più defilato, c’è un importante accento sulle vicende della famiglia di Ray stesso: soprattutto della figlia Bridget con il suo amichetto Marvin odiato da Ray, e della moglie Abby. Intorno a loro tutti gli altri personaggi crescono, e le linee narrative si moltiplicano ma senza riempire la testa allo spettatore. Questo è il grande pregio: tante cose raccontate, ma fatte in modo che il tutto sembri estremamente complicato per il protagonista ma molto semplice per te, spettatore. C’è un gran lavoro di sceneggiatura, di alternanza di eventi e -ancora una volta- di lavoro degli/sugli attori.

Se la fine della prima serie ci aveva lasciato con la curiosità, un minuto dopo aver finito la seconda, hai subito voglia di procedere con la terza.

Da segnalare una puntata su tutte: la sette, piccolo capolavoro da guardare più volte!

 

COSA FUNZIONA: ancora una volta il ritmo, l’alternarsi delle vicende senza abbassare mai la tensione narrativa

COSA NON FUNZIONA: nulla, forse, ad essere pignoli, la velocità di Ray nello spostarsi da un posto all’altro della città senza ritardare mai di un minuto…



Ray Donovan (showtime) Altri articoli