• Home
  • /
  • Cinema
  • /
  • Mike Leigh
  • /
  • IL SEGRETO DI VERA DRAKE
Mike Leigh

IL SEGRETO DI VERA DRAKE

Mike Leigh


2004 » RECENSIONE | Drammatico
Con Imelda Staunton, Phil Davis, Jim Broadbent

di Calogero Messina
“Il segreto di Vera Drake” è di quelli inconfessabili nella Londra degli anni 50: senza farsi pagare, aiuta giovani donne ad interrompere gravidanze indesiderate. A complicare ulteriormente la sua posizione il fatto che Vera Drake sia una donna “normalissima”, di aspetto ed animo gentile, con marito e due figli grandi che accudisce amorevolmente tra lavori domestici presso alcune famiglie e la routine quotidiana di una vita semplice e felice. Ma quando una di queste ragazze aiutata ad abortire viene ricoverata d’urgenza a seguito di complicazioni, le indagini coinvolgono Vera e tutto il suo mondo crolla addosso a familiari e parenti. Mike Leigh continua a raccontare di segreti - che agitano il sottobosco apparentemente sereno e tranquillo di nuclei familiari pronti ad esplodere come polveriere - ma questa volta non di bugie perché la sua Vera (meritatissima Coppa Volpi ad Imelda Staunton come migliore attrice) non le ha mai raccontate fidando in una umana e spontanea fiducia che tutti amorevolmente le accordano. E Leigh svolge il “compito” con la sua consueta classe, naturale e semplice rigore, schiettezza e pulizia d’immagini che fanno de “Il segreto di Vera Drake” l’opera più “giusta” da premiare in una mostra d’arte cinematografica come quella di Venezia appena trascorsa ma anche il film meno sorprendente e puramente freddo tra una lista di suoi titoli (“Segreti e bugie”, “Belle Speranze”, “Tutto o niente”) che sono stati capaci di scuotere profondamente l’attenzione e le coscienze di spettatori poco avvezzi a confrontarsi con le mille sfaccettature di una realtà che per i suoi dilemmi etici, politi e morali necessita costantemente di non abbassare mai i livelli di guardia.